Pagina:Ingegneri - Contro l'alchimia e gli alchimisti palinodia dell'Argonautica, 1606.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


  • 8

LIBRO 31 a vaga fiold’accrefcer <-vita altrui. Voi ftimofi, di Gioue, inclito feme, ’£c?ftrono 01 * Di Ledafigli, e Segno almo Celette, gli’ Argonauti Pel Cerchio obliquogloriofiaparte, fono fegno dei rfjfl Mamor lume il più beimele alberga: Zodiaco,in cui., r „ [ n ì encra’l Sole il V01 t che giàfolle Jpettdtori d fOlCO 3 gio fe purgar!" E parte ancor de la fuperba imprefa, «rfaii, are da " E d’altra non men degna autori, e [corte: Se liberale da Corfali il 31 are, Jridi’l folcali e in celebrata fichiera 9 Mentre ldoppio in altruinouello ardire Sgarro, e t altre d 3 honor lodate prone, Adirate benigni al canto mio. £’/ dubbio corfio, otthor lieto ni accingo } Qui s’intende C™ CCrU f e f iU f mr ° ’. dei Serenifsi- p 0 r[e ancorfia, ch’ai -polir o lumi amico mo Duca di Si 7... uoia. Tenti là natte mia nouo -piaggio: c b E d’altro DVCE 1 altri perigli > altrame rìnaTnciietépe Altre r vittorie, altre -venture i or di fica fle alcuni rag- p t ù [unga hilìonaw più fonoro lille. gì a intorno al 9., _ r.. i; • le cime deii’an c Vnpicciol r vollro raggio intanto allumi cSmàtl hTu° La noflra frale, e troppo ardita antenna. mo1eg S iihan E no d P I ^ volte già dal fiacre Augnilo collo, per fegno di vi £ da l’imperiali inuìtte infegne cina traquiihu p enfarvedut’bauea la ricca pelle L’ordine del 7W Tofone.