Pagina:Interiano - La vita et sito de Zychi, Aldo, 1502.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

li luno parente amaza laltro, et lo piu de li fratelli. et si presto che lun fratello ha morto laltro, la proxima nocte dorme cum la moglie del defuncto sua cognata, per che se fanno licito havere etiam diverse moglie, quale tengono poi tutte per legitime. Subito chel figlio del nobile ha do o tre anni lo dano in cura ad uno deli servitori, el qual lo mena ogni di cavalcando con uno archeto picolo in mano. et come vede una gallina, o ucello, o porco, o altro animale, lo insegna a saettare e poi deventato piu grandetto, ipso medemo va acaccia dentro da li loro proprij casali a dicti animali, ne lo subdito oseria farli alcun obstaculo. E facti che sono homini la loro vita e quotidie ala preda di fiere salvatiche e piu di domestiche, et etiam di creature humane. Loro paese per la magior parte e palustre molto occupato di cannuccie e calami, de la radice di quali sacoglie el calamo aromatico. lequale palude procedeno dai gran fiumi del Tanai similiter hoge cosi chiamato, et Rhombite dicto Copa, et piu altre grosse e picole fiumare, quale fano molte bocche e quasi infinite paludi, come se dicto, fra le quale sono fatti assai meati, e transiti e cosi furtivamente per simili passi secreti insultano i poveri villani, e gli animali, de li quali con li proprij figlioli ne portano la pena, pero che straportati da un paese ad un altro li Barattano e vendeno. Et imperoche in quel paese non se usa, ne corre alcuna moneta maxime neli mediterranei, li loro contracti se fanno a boccasini, che e una peza di tela da fare una camisa, et cosi ragionano ogni lor vendita, et apretiano tutta la mercadantia a boccasini. La maior parte di dicti populi ven-