Pagina:Intorno ad alcuni avanzamenti della fisica in Italia.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
30

sfero, oltra le isole Fortunate, declina a sinistra ora più ed ora meno. Narra inoltre che coloro, i quali navigano verso il nuovo mondo, quando sono giunti al meridiano che passa per le isole Azore, osservano che la declinazione ivi cambia improvvisamente, volgendosi l’ago dalla destra alla sinistra del polo1. Tali cose che il Fracastoro, morto nel 1553, scriveva in età avanzata2 posson farci conoscere quali notizie in Italia s’avessero in quel tempo intorno alle declinazioni dell’ago magnetico nell’Oceano. Qui per altro è da ricordare, che Cristoforo Colombo il dì 13 di settembre 1492 (epoca memorabile, al dire di un dotto ed eloquente scrittor tedesco, ne’ fasti dell’astronomia nautica) sotto il parallelo delle isole Canarie vide improvvisamente declinare ad occidente gli aghi magnetici, ne’ quali fino a quel momento egli aveva osservato declinazione orientale3. Quanto intrepido navigatore, altrettanto diligente osservator della natura, il Cristoforo Colombo ne’ suoi tre viaggi in America notò più volte la declinazione magnetica e con somma sagacità ne ricercò i cambiamenti4. Quindi i fatti, de’ quali parla il Fracastoro nel citato luogo, erano già stati osservati molto tempo prima dall’illustre genovese che di un nuovo mondo fè dono all’Europa.

32. È poi da notare che il Porta nel 1589 parla

  1. De sympathia et antipathia cap. 7.
  2. Scripsit graviori aetate ac plane senex de sympathia et antipathia. (Vita Hieronymi Fracastorii premessa all’edizione delle sue opere fatta in Venezia nel 1555.)
  3. Humboldt, Examen critique de l’histoire de la geographie du nouveau continent. Paris 1836-39. T. III. p. 30.
  4. Humboldt, Examen critique, tom. III, pag. 43, 59.