Pagina:Isernia - Istoria di Benevento I.djvu/147

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 138 —

nicipali in Benevento.» E se si considera che una tale opinione, benchè divisa da Plinio nel Tuscolo, fu sempre combattuta dalla maggior parte degli storici bisogna convenire che la riferita lapide assume un’alta importanza nell’istoria romana.

Da diverse altre iscrizioni si rileva che furono in Benevento i magistrati quinquennali, i tribuni della plebe, i questori, gli edili, i decurioni, i centurioni, e gli augustali, — i quali si distinsero in augustali claudiali, e claudiali augustali quando aggiunsero il culto di Claudio a quello di Augusto — i Pretori, i proconsoli, e finanche i Seviri, che sebbene si fossero spesso confusi con gli Augustali, il cui sodalizio era addetto al culto di Augusto, pur tuttavia costituivano un ordine distinto.

E, a passarmi delle minori, a queste si riducono, per quanto è dato desumere dalle antiche iscrizioni che ci avanzano, le primarie dignità che ebbe in diversi tempi la repubblica beneventana.

La colonia adunque di Benevento può dirsi in certo modo illustrata dalle epigrafi, da cui si possono anche desumere tutte le forme di governo alle quali soggiacque da che fu dichiarata colonia latina (Garrucci). L’opportunità del sito pel commercio con la Puglia, e il bisogno di separare i Caudini dal resto della regione Sannitica, indusse i Romani a collocare nel 486 una colonia latina in Malventum, colla quale mutossi forma di governo e lingua, sostituendosi all’idioma nativo la latina favella. Questa colonia latina battè sin dal principio la sua moneta coi tipi campani. Il nome Maleventum, o, secondo altri, Malventum all’orecchio latino rendeva un suono infausto, e fu perciò preso partito di mutarlo e, melioris ominis causa, l’appellarono Beneventum. La nuova moneta stampò la testa di Apollo cinta di lauro, e intorno l’epigrafe di Benevento.

Dopo il 545, di Benevento non più si fa parola nell’istoria Romana, nè ci avanza memoria di essa sino ai tempi di Silla. Egli è a credere perciò che, durante la guerra sociale? cadde Benevento in potere degli italici: ma che dopo