Pagina:Ispirazioni di Ida Baccini.djvu/12

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 9 —


Quante volte dall’oggi alla dimane
     Passai languendo, ed implorando invano
     15Dall’altrui compassione un po’ di pane,
     Mentre la scarna mia piccola mano
          Si posava sul ciglio onde asciugare
          18Le lacrime più gelide ed amare!

Mio buon Signor! Dell’orfana piangente
     Deh soccorrete la miseria tanta,
     21E il ciel benedirà splendidamente
     La vostra carità pietosa e santa
          Poichè il pane col povero diviso,
          24Schiude al ricco la via del paradiso!...