Pagina:Italia e Grecia.djvu/213

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Giudizi della Stampa


sui


“Semprevivi„


BIBLIOTECA POPOLARE CONTEMPORANEA

— •♦♦• —


1 - Edmondo De Amicis - Le tre Capitali - 4. edizione
2 - Matilde Serao - Storia di una monaca - 2. edizione
3 - Giovanni Verga - Una peccatrice - 3. edizione.

Il cav. Niccolò Giannotta — uno tra i più attivi e più noti editori italiani, il più noto certo della Sicilia — ha iniziato una bibliotechina alla quale toccherà senza dubbio gran fortuna. La «Biblioteca popolare contemporanea» s’inizia con scritti di tre autori che sono tra i più letti e i più simpatici: Edmondo De Amicis, Matilde Serao, Giovanni Verga. Il De Amicis sotto il titolo: Le tre Capitali raccoglie per la prima volta in volume ricordi e visioni di Torino, di Firenze, di Roma, cose bellissime. Alcune pagine, quelle dedicate alla sua Torino, sono tra le più efficaci che il De Amicis abbia mai scritto. Di Matilde Serao c’è un racconto: Storia d’una monaca, una storia commovente, vibrante, piena di passione e di lagrime. Di Giovanni Verga una ristampa del primo suo lavoro romantico: Una peccatrice, un romanzo che par fatto sullo stampo di quelli allora di moda (si tratta del ’65), già fa, previene e prenunzia il grande e singolare artista dell’avvenire. Tre volumi ghiotti, e una edizione che è un amore, a una lira l’uno. Conclusione: primo consiglio leggerli, secondo consiglio comprarli per tenerli in libreria.

Corriere Toscano, 28 settembre 1897.