Pagina:Italiani illustri ritratti da Cesare Cantù Vol.1.djvu/177

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

marco polo 157

che avea viaggiato i luoghi stessi, e che trovò esattissimo il nostro veneziano. Pauthier lo fece conoscere alla Francia. Un’edizione italiana fu fatta a Venezia in occasione del congresso scientifico del 1847 per cura di Vincenzo Lazzari, traducendo quella del 1824, liberando il testo dalle aggiunte ramusiane, e corredandolo di ricche note.

Il colonnello Enrico Yule, del corpo degli ingegneri del Bengala, versatissimo nella geografia del medioevo e conoscente de paesi e delle lingue orientali, stampò a Londra nel 1871 The Book of ser Marco Polo the venetian, newly translated and edited with notes; 2 volumi con mappe e figure, con dissertazioni sulla vita, la famiglia il carattere del Polo, i suoi viaggi, la redazione di questi, la loro efficacia, e con giudiziosa scelta, e abbondanti non però ridondanti notizie geografiche, etnografiche, filologiche.