Pagina:Italiani illustri ritratti da Cesare Cantù Vol.1.djvu/374

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
352 illustri italiani

praggiunte. Dicono che demoralizzò la Francia. Altrettanto erasi già detto di Luigi Filippo; e forse è più giusto proferire che, trovato il paese stupendamente corrotto dall’egoismo e dalla avidità delle ricchezze e de’ godimenti, se ne giovò.

La Francia, che suol dire alla tempesta «Dammi la calma», non tollerò a lungo questo pilota; e già invecchiato, lo costrinse ad operare, e non più col proprio senno soltanto. Esitante e dubitoso della propria abilità, dopo che avea cagionato la tragedia del Messico, lasciato rinserrar la Francia da un lato dall’Italia, dall’altro dalla Germania, unite e poderose, lasciò a’ suoi nemici il tempo di prepararsi, mentre egli ingannato credeva esser pronto.

La sua caduta fu meno tragica che quella dello zio; più fatali e più lunghe ne saranno le conseguenze.