Pagina:Italiani illustri ritratti da Cesare Cantù Vol.1.djvu/606

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
582 illustri italiani

retribuito. Nessun principe gli mandò una croce o gli chiese pareri solo un tratto lord Guilford l’invitò professore a Corfù; un milanese, che non era lui, fu scelto a compilare il Codice Penale pel Canton Ticino, un altro il Parmense1: l’Istituto Italiano prima, nè il Lombardo-Veneto poi, non l’annoverarono fra’ loro membri, e nessuna delle insigni accademie; quella di Francia se lo aggregò negli ultimi suoi anni, ma diè prova di non sapere quali opere avesse fatto2.

Quelli che erano stati suoi colleghi e suoi inferiori, vide mantenersi a galla, e salire coll’arte di chi sa mutare vela al mutar del vento. E poichè coloro che pretendono la libertà di cambiar opinione non sanno poi tollerare chi persevera nelle sue; e i partiti credonsi sempre traditi da chi non li serve al modo ch’essi vogliono, avran tacciato di utopista a vicenda e di ritardatario quel che non camminava con loro. Soliti tedj, pei quali, chi è geloso della indipendenza di atti e di pensieri si riduce a farsi solltario nelle popolose città, esule nel proprio paese.

Dai libri non ritraeva che scarsamente, e scriveva al Bramieri: — Ho fatto meravigliare questi nostri stampatori (di Piacenza) palesando loro che l’accordo fatto con quello di Pavia è di L. 10 di Milano il foglio in-4°.». Intende della Genesi del diritto penale, che, dopo la prima stampa del 91, riprodusse a Pavia nel 1807, poi non più fino al 1824 a Milano, quando corresse e aggiunse le ultime due parti. Le altre opere sue non furono ristampate se non al fine della sua vita e dopo morto.

Dicono difficile il far accettare un soccorso a nobil animo. Ma invece d’infliggergli l’umiliazione d’un sussidio, quante maniere di mascherarlo, di convertirglielo in titolo di compiacenza! Un ospitale inganno avrebbe potuto preparargli l’abitazione presso un ricco che mostrasse bisognare de’ suoi pareri; si potea chiedergli consultazioni

  1. Il Codice del Cantone Ticino fu principalmente opera dell’avvocato Marocco milanese. Alessandro di Russia aveva dato ordine alla Commissione sopra il Codice che, in ogni dubbio, ricorresse a Bentham. Vedi Papers relatives to codification and public instruction, 1817.
  2. Al qual onore mostrossi riconoscente mandando ad essa Accademia una Memoria sui modi onde preparare uomini di Stato, e poi lasciandola, per testamento una grandiosa medaglia col suo ritratto egregiamente balzalo a cesello, che fu collocata fra i ritratti di due altri insigni italiani, Ennio Quirino Visconti e Lagrangia.