Pagina:Itinerario per escursioni ed ascensioni alle più alte cime delle Alpi Apuane.djvu/49

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 47 —

Da Serravezza alla Pania della Croce per Cardoso,

Pruno, Volegno e il Monte Forato.

Itinerario 2°

Da Serravezza per 6 chilom. o poco più di strada ruotabile si giunge al Ponte Stazzemese: di qui un sentiero aspro e faticoso, che si trova sulla sinistra, conduce ai casali di Cardoso, Petrosciana e quindi sale al Monte Forato o Pania Forata. Chiamasi così questo monte per un’apertura alla sua sommità che forma un arco magnifico a tutto sesto con una corda di 34 metri: è un ponte naturale di roccie, gettato là chi sa da quanti secoli, e sul quale pochi si arrisicano a passare, essendo nel mezzo assai stretto e scabroso. A chi prendesse vaghezza di traversarlo, costui pensi prima se può fidarsi della propria testa e delle proprie gambe; un balenar d’occhi, il più lieve giramento di capo, un piede non ben sicuro, basta per cadere nell’abisso di più centinaia di metri. L’alpinista seduto sul mezzo di codesta roccia immane, che posa a guisa di ponte su giganteschi pilastri, dove si sente una forza che ci attira a sè nel profondo, una forza che si potrebbe chiamare la voluttà dell’abisso, prova una di quelle emozioni che non si possono descrivere, e valgono un mondo di quelle gioje che lasciano più amaro che dolce. Se poi non vuole