Pagina:Itinerario per escursioni ed ascensioni alle più alte cime delle Alpi Apuane.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 50 —


abbandonata. Vi è poi gran ricchezza di marmo venato in rosa, in nero e in giallo, nel quale bene spesso è scavato a gradini il sentiero.

Da Colle Panestra una stradicciuola per lungo tratto scavata nelle dirupate pendici della Paniella, conduce al Grottino in 45 minuti, e di qui in 25 minuti a Col di Favilla, dove si pernotterà, per salire il contrafforte settentrionale della Pania, detto Pania Ricca dalla parte del Muro del Turco.

Col di Favilla è un piccolo paese con poche case di pastori, dominato a sud-est dalla Pianella, col Muro del Turco; più verso levante è il Col di Panestra e il Bovaio; a nord il monte di Lievora col foro che domina le capanne di Puntato, e verso il sud-ovest il Corchia.

L’ascensione dalla parte del Muro del Turco, ritenuta per impossibile, non è da consigliarsi che ai robusti e provetti alpinisti e con valide ed esperte guide, per le molte difficoltà e i grandi pericoli, dovendosi arrampicare, e per lungo tratto, di scheggia in ischeggia, sul fianco quasi verticale di questa montagna. Giunti alla cima, per una cresta frastagliata e franosa si può andare alla Pania della Croce.

L’ascensione da Col di Favilla per il Muro del Turco e Pania Ricca alla Pania della Croce vuole 4 ore compresi i riposi.