Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/110

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
110 materia e radiazione


vanno con la velocità della luce, quelle invece che costituiscono la materia vanno più lentamente. Moshanafa e altri hanno proposto di esprimere così, tutta la differenza tra materia e radiazione: che la materia sia una sorta di radiazione congelata che si propaga con velocità minore di quella sua normale. Noi abbiamo già visto (pag. 68) come la lunghezza d’onda dipenda dalla sua velocità. La dipendenza è tale che una particella propagantesi con la velocità della luce deve avere precisamente la stessa lunghezza d’onda d’un fotone di egual massa. Questo fatto notevole, come parecchi altri, induce a pensare che si possa dimostrare essere la radiazione semplicemente materia che si muove con la velocità della luce, e la materia essere radiazione che si muove con velocità minore di quella della luce. Ma la scienza qui ha ancora molta strada da percorrere.

Per riassumere i principali risultati di questo e del precedente capitolo, la tendenza della fisica moderna è di risolvere l’intero universo materiale in onde e nient’altro che onde. Queste onde sono di due specie: onde, per così dire, prigioniere che chiamiamo materia, e onde libere, che noi chiamiamo radiazione o luce.

Se l’annientamento della materia ha luogo, il processo è semplicemente quello di svincolare onde di energia imprigionate e lasciarle libere di percorrere lo spazio. Questi concetti riducono l’universo intero a