Pagina:Jeans - L'Universo Misterioso, 1932.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
40 il nuovo mondo della fisica moderna


differenza che c’è tra il modo di comportarsi d’una folla e quello degl’individui che la compongono.

Alla fine del secolo decimonono divenne possibile studiare il comportamento di singole molecole, atomi ed elettroni. Il secolo decimonono aveva durato abbastanza perchè la scienza scoprisse che certi fenomeni, radiazione e gravitazione in particolare, deludevano tutti i tentativi fatti per una spiegazione puramente meccanica. Mentre i filosofi discutevano se potesse essere costruita una macchina, che riproducesse i pensieri di Newton, le emozioni di Bach, o l’ispirazione di Michelangelo, l’uomo medio della scienza si andava rapidamente convincendo, che nessuna macchina si poteva costruire, che riproducesse la luce d’una candela o la caduta d’una mela.

Ed ecco che negli ultimi mesi del secolo il professore Max Planck di Berlino propose un tentativo di spiegazione di certi fenomeni della radiazione, per cui tutti i tentativi erano falliti. Non solamente la sua spiegazione non era di natura meccanica; ma sembrò anzi impossibile metterla sulla linea della meccanica. Per questa ragione fu criticata, attaccata e persino messa in ridicolo. Ma ottenne un brillante successo, e in ultimo si è sviluppata nella moderna «teoria dei quanti» che forma uno dei principi dominanti della fisica moderna. Quindi, sebbene a quel tempo non sia sembrato così, pure questa teoria segna la fine del-