Pagina:Kant - Considerazioni sul sentimento del sublime e del bello, Napoli, 1826.djvu/66

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

nel rapporto dei sessi. 65

ziose sottigliezze. Esso serve pure a covrire di un velo misterioso le finali intenzioni della natura, temendo che una troppo gran conoscenza di queste non ci rendesse indifferenti allo scopo ch’ella si propone, e non infreddisse troppo un desiderio sul quale riposano le più vive e le più dilicate aderenze della specie umana. Questa qualità fa dunque parte, in un modo particolare, del dominio del bel sesso, e perfettamente gli conviene. Quindi sarebbe per altri ragionevole l’osservare una grossolana e rozza impressione in quell’affettazione colla quale alcuni esseri si compiacciono ad imbarazzare o ad affligere la tenera modestia delle donne con burle di cattivo gusto che si risentono di oscenità.

Siccome il bisogno ci trae verso le donne sarà sempre la causa delle leggiadrie che noi in esse troveremo (secreto sul quale potrà l’immaginazione esercitarsi per quanto vorrà); siccome, nella loro qualità stessa di donne, non cesseranno mai di essere il piacevole soggetto di ogni conversazione tra persone di dolci costumi, ecco senza dubbio perchè uomini, di buona compagnia per altri riguardi, si permettono fuor misura con esse facezie, leggiere talvolta, ed allusioni un pò vive, che meritano loro il titolo di uomini maligni, e che procurano quello di contegnose alle donne, troppo accurate di respingere, con un aria freddissima, quella innocente gaiezza. Ho dovuto io trattare, di passaggio, questo articolo, in quel che concerne generalmente persone che si piccano di esser bene educate, e perchè d’altronde non si lascia di impiegarvi assai spirito. Quanto al modo di riguardarlo sotto rapporti di morale, io ho già detto che non ap-