Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/113

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

81


grafi e filosofi. Posidonio, secondo il rapporto di Strabone, indotto dalla sicura notizia, che al di là degli Egizj abitassero gli Etiopi, aggiunse ancora due zone strette sotto i tropici, credendole abitate, ma poco fruttifere ed in parte deserte. Eratostene però, Strabone ed altri conservano le 5 zone, come prima insegnò Parmenide1. Quello che dopo tutti gli esami si credette vero presso i Greci e i Romani, lo veggiamo esposto in ristretto e meglio nel Sogno di Scipione al 5 capit. Scipione fa attento il suo nipote sui limiti stretti ne’ quali è rinchiusa la gloria degli uomini; e per appoggiare questo sistema, gli fa vedere, come sulla terra solamente pochi luoghi, quasi come macchie, sono abitati, e come anche questi per mezzo di deserti siano divisi fra loro, in guisa che nessuno degli abitanti dell’una parte può visitare quelli dell’altra; che non solamente il teatro della gloria, a cagione delle tre zone disabitate, è ristretto in un piccolissimo spazio, ma di questo si perde benanche la metà, poichè le due fasce abitate, a cagione della

  1. Strabone ne parla espressamente nel suo 2 libro di Geogr. edit. Casaub. p. 65-66.