Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/122

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
90


primi, ma convergenti; e dividendo egualmente tutti i circoli paralelli in 360 gradi, sempre però minori, s’intersecheranno finalmente ne’ poli.

Cominciando, per esempio, due di detti circoli sull’equatore ad essere tra loro nella distanza di un grado, cioè 15 miglia geografiche l’uno dall’altro, saranno distanti su i tropici solamente 13 8/10 e sotto i circoli polari, 6 1/10 di miglio. Basta sapere la loro distanza gradatamente, per servirsene con vantaggio, non solamente per indicare la posizione orientale od occidentale di qualunque luogo, mentre per mezzo di essi riesce facile di trovare sempre il luogo ove tagliano il circolo paralello; ma benanche serviranno a calcolare la distanza fra due luoghi, o lo spazio posto fra essi. La parte che essi tagliano da ciascun circolo paralello chiamasi grado di longitudine. La tavola seguente insegna la diminuzione successiva di tali gradi.