Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/181

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

149


IV.
Del colore del mare1

L’acqua marina ha un colore verde turchiniccio, come l’aria, o veramente un colore turchina, benchè in piccola quantità ed in poca distanza non lo ravvisiamo. Possiamo fare delle soluzioni debolissime del rosso o del turchino, come, per esempio, dell’indaco, senza riconoscere il colore in un bicchiere, mentre però in un vaso grande è assai visibile. Dunque, se non veggiamo alcun colore nell’acqua marina posta in un vaso di vetro, o se quest’acqua ci pare essere tinta d’altri colori variati, come quando l’esaminiamo rinchiusa da coste, o ne’ seni e su’ banchi di sabbia o tra bassifondi; non possiamo per questa ragione negarle il color verde. Medesimamente il ghiaccio nel mare settentrionale ha il colore verde turchiniccio, e fu chiamato già dagli an-

  1. Costanzo sostiene, che il vero colore del mare sia un turchina d’indaco. Vedi Mêmoires sur l’Egypte, publiées pendant les Campagnes de Bonaparte. Paris. l’an VIII. n. 15.