Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/246

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
214


distanti un quadrante, hanno il riflusso; nè si comprenderebbe perchè il mare sia innalzato propriamente sotto la luna, mentre piuttosto vi dovrebbe essere continuamente un mare basso. La luna è troppo distante dalla terra per cagionare una pressione, e l’atmosfera troppo bassa e troppo cedente per poter comprimere l’acqua; con che richiederebbe una forza non indifferente. Queste scoperta di Descartes della coerenza fra questo fenomeno ed il corso della luna non lascia pertanto d’essere pregevole ed importante, poichè ci condusse sulla vera strada per cercare la spiegazione di questo fenomeno nell’attrazione della luna: in fatti attribuendo soltanto alla luna la forza d’attrazione di tutt’i corpi, secondo la proporzione diretta della loro massa, ed inversa del quadrato delle loro distanze, vediamo benissimo, che l’effetto di tal forza sul mare dev’essere tanto più sensibile, quanto più facilmente può esser messo in moto, considerandolo come fluido.

Supposto questo, comprendesi benissimo che la luna sforza l‘acqua a montare in quel luogo sopra il quale essa si trova, poichè l’attrae con forza maggiore che il centro