Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/273

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

241

circondato in qualche distanza da una quantità d’isole; e quindi la forza della corrente viene molto limitata ed impedita nell’urtare assai contro la costa, per cui la corrente proveniente dal sud, la quale rimpiazza il sito del mare fuggitivo, opera con maggior forza.

Anche le osservazioni ci fanno sapere con quale violenza passi l’acqua lungo le coste peruviane dal sud al nord.

Dal Capo-Verde, lungo la curvatura dell’Africa, va una simile corrente verso l’isola Fernando del Pò, affatto contraria al solito corso dell’acqua, cioè, dall’ovest all’est, e con tanto impeto, che i vascelli in due giorni da Mouro fino al fiume Benin possono fare un viaggio di 150 miglia, mentre per ritornarvi impiegano sei fino a sette settimane. Da questa corrente non escono, se non quando si provano delle burrasche, le quali in questi contorni sovente sopravvengono in un momento. Qualche volta i vascelli sono costretti ad aspettare per intere stagioni prima di poter ritornare, poichè, eccetto i venti impetuosi periodici, vi regna la calma continua, ed allora è assolutamente impossibile di navigare contro questa corrente.