Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/294

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
262

IX.

Di alcuni fenomeni sul mare.

Per quanto facilmente l’acqua marina si divida e corra a’ riunirsi, attesa la sua fluidità, ciò non ostante si conosce benissimo nel mare la strada che il bastimento scorre fino alla distanza di cinque o seicento piedi: questo fenomeno è assai utile al navigatore.

L’acqua salmastra è un acqua di pozzo o di sorgenti mescolata col sale. Essendo i pozzi e le sorgenti vicino alla spiaggia dei mare, ed avendo con esso qualche comunicazione, allora l‘acqua acquista propriamente questa qualità salata. Nel modo col quale qui a Koenigsberg la maggior parte de’ pozzi si congiungono col fiume Pregel, mentre l’acqua si filtra lungo gli strati di terra, e nel modo col quale poi le nostre cantine poste vicino a questo fiume spesse volte s’empiono di acqua, secondo che il vento dell’ovest cresce o cala; nell’istesso modo filtrasi sulle spiagge l’acqua marina, ed infetta le. sorgenti.

L’acqua del mare sviluppa una quantità