Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
14


gi l’altezza polare è solamente di 48°, 50', 14": a Lisbona di 38°, 45', 25": sul Capo di s. Vincenzo di 36°, 50': al Cairo di 30°, 2', 39": sul Capo Verde di 14°, 43': a Malacca di 2°, 15'; finalmente sotto l’equatore cade il polo nell’orizzonte, e la sua altezza è zero: là non si vede il polo settentrionale nè il meridionale, nè vi è altezza polare. Proseguendo poi il viaggio, il polo settentrionale cade nel nadir, ed il polo meridionale s’innalza: in Lima ha esso già 12°, 1', 15", ed in Ottaiti 17°, d’altezza.

Finalmente è pure comprensibile dal più comune intelletto, che se la terra non fosse un piano curvo continuato da tutt’i lati, dovrebbe esistere una qualche regione dove finirebbe. Ma questo non è mai accaduto; anzi i viaggiatori che diressero continuamente il loro cammino verso l’oriente, senza tornare indietro, giunsero a casa dalla parte occidentale.

1. Il primo che un tal viaggio intraprese fu Hernando Magellano, portoghese, il quale con cinque navi reali spagnuole fece vela da Siviglia, dirigendosi verso la punta meridionale dell’America; egli scoprì lo stretto lungo che divide la Terra del Fuoco dal-