Pagina:Kant - Geografia fisica, 1807, vol. 1.djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
64


marcano solamente lo spazio dell’eclittica che le costellazioni occuparono per lo passato; ma le costellazioni sono le stelle stesse che sono portate ed ordinate sotto le summenzionate figure. La costellazione dell’ariete non è più nel segno dell’eclittica chiamato ariete, ma 30°, ovvero un segno intiero verso l’oriente. La longitudine delle stelle cresce tutti gli anni di 50", ed in conseguenza tutt’ i 72 anni di un grado, e tutti i 2160 anni d’un segno intiero . Gli astronomi hanno conservato l’antica divisione e denominazione, per non far nascere un disordine fra l’astronomia antica e la moderna. Sebbene il sole durante la primavera sta nelle costellazioni pesci, ariete e toro, nell’estate ne’ gemelli, cancro e Iione, nell’autunno nella vergine, bilancia e scorpione, e nell’inverno nel sagittario, capricorno ed acquario; ciò non ostante l’ariete, il toro ed i gemelli chiamansi segni di primavera, poichè 2000 anni sono, dal 21 di marzo fino al 21 di giugno, si scopriva appresso a loro: egualmente così chiamiamo ancora il cancro, il leone e la vergine segni d’estate; la bilancia, lo scorpione ed il sagittario, segni di autunno; il