Pagina:L'edera (dramma).djvu/159

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Prete Virdis.

E se Dio, in riguardo al tuo pentimento, permetterà che così avvenga, per toglierti dall’occasione di peccar novamente, tu non dovrai rientrare in questa casa.

Annesa.

No, no!... Andrò a Nuoro... mi farò serva...

Prete Virdis.

E Paulu, credendoti innocente, verrà a cercarti... e tu ricadrai nel peccato!

Annesa

supplice.

No... noi... Lei dirà a Paulu...

Prete Virdis.

Io?!... Oh!... Le mie labbra sacerdotali sì disseccheranno prima di rivelare il tuo segreto... Se mai, toccherà a te di parlare.

Annesa

con spavento.

A me?!

Prete Virdis

che, passeggiando inquieto, si trova presso la comune, origliando.


Per ora, intanto, devi tacere... Mi par d’udi-


— 149 —