Pagina:L'edera (dramma).djvu/18

Da Wikisource.

cambiando tono.


Già, sarebbe meglio che fossi morto!.... Tanto, vivo solo per tremare di dolore!

Donna Rachele

si avvicina al letto; e, pietosa, gli accomoda i cuscini, ecc.


Calmatevi, calmatevi!... E abbiate pazienza! ... Tutti siamo nati per soffrire!

Zio Zua

calmandosi.


Fammi almeno portar un lume, Rachele!

Donna Rachele.

È ancora giorno... Si sta più freschi senza lume.

si toglie io scialle, lo piega e lo getta sulla spalliera di una sedia.


Zio Zua

tornando ad agitarsi.


Più freschi?!... Ma io ti dico che soffoco!

Donna Rachele

non riuscendo ad accendere una lucerna a tre becchi.


Pazienza, Santo vecchio!... Siamo d’estate!

parlando con Annesa, che è sempre in cucina.


Annesa, non c’è olio nella lucerna!... Che fai?


— 8 —