Pagina:La Cicceide legittima.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
10

D. Ciccio è ricevuto nel Seminario per Convittore.

xviii.

D. Ciccio avea tre lustri, e ’l Genitore,
 Cui premea sommamente il suo progresso
     Per allevarlo simile a se stesso,
     4Ch’era Poeta, Astrologo, e Dottore.
Condottol seco innanzi a Monsignore,
     Il supplicò di fargli aver l’ingresso
     Nel Seminario; e subito concesso
    8Un luogo ivi gli fu di Convittore.
Gran mutazion! Nel secolo primario
     Dio formò l’uomo, e quasi in propria fede,
     11Ne’ suoi C.... ne pose il Seminario:
Or, con atto ex diametro contrario,
     Nel rimirar D. Ciccio il Mondo vede
     14Collocati i C..... nel Seminario.


Il dottorato di D. Ciccio.

xix.

SPalancatevi, o Fori , or ch’io v’appresto
 E di Baldo, e di Bartolo un ritratto.
     Quì vedrete in D. Ciccio essersi fatto
     4De l’una, e l’altra legge un vago innesto.
L’estravagante il Decretale, il Sesto
     Ha nel cervel compendiati affatto,
     E per entro vi tien come in estratto,
     8L’inforziato, il Codice, e’l Digesto.
Egli è quel, che segnò di propria mano
     Le Tavole, onde tennesi a ragione
     11Il già sfrenato Popolo Romano.
Egli è ’l nuovo Licurgo, egli il Solone;
     Egli l’Imperator Giustiniano;
     14Inchinate il legitimo C.....