Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/229

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Morte di Abimelec. GIUDICI, 10. Tola e Iair giudici.

45  Ed Abimelec combattè contro alla città tutto quel giorno, e la prese, e uccise il popolo ch’era in essa; poi spianò la città, e vi seminò del sale.

46  E tutti gli abitanti della torre di Sichem, udito ciò, si ridussero nella fortezza del tempio d’El-berit.

47  E fu rapportato ad Abimelec, che tutti gli abitanti della torre di Sichem si erano adunati .

48  Laonde Abimelec salì in sul monte di Salmon, con tutta la gente ch’era con lui; e prese delle scuri in mano, e tagliò un ramo d’albero; e, toltolo, sel recò in ispalla; poi disse alla gente ch’era con lui: Quello che mi avete veduto fare, fatelo prestamente, come ho fatto io.

49  Tutta la gente adunque tagliò anch’essa de’ rami, ciascuno il suo; poi, andati dietro ad Abimelec, posero quelli intorno alla fortezza, e arsero la fortezza sopra coloro che v’erano dentro; e tutti gli abitanti morirono anch’essi, in numero d’intorno a mille persone, tra uomini e donne.

50  Poi Abimelec andò a Tebes, e vi pose campo, e la prese.

51  Ora, nel mezzo della città v’era una torre forte, nella quale tutti gli uomini e le donne, e tutti gli abitanti della città, si rifuggirono; e, serratisi dentro, salirono in sul tetto della torre.

52  Ed Abimelec, venuto fino alla torre, la combattè, e si accostò infino alla porta della torre, per bruciarla col fuoco.

53  Ma una donna gittò giù un pezzo di macina in sul capo di Abimelec, e gli spezzò il teschio1.

54  Laonde egli prestamente chiamò il fante che portava le sue armi, e gli disse: Tira fuori la tua spada, e uccidimi, che talora non si dica di me: Una donna l’ha ammazzato. Il suo fante adunque lo trafisse, ed egli morì.

55  E quando gl’Israeliti ebber veduto che Abimelec era morto, se ne andarono ciascuno al suo luogo.

56  Così Iddio fece la retribuzione ad Abimelec2, del male ch’egli avea commesso contro a suo padre, uccidendo i suoi settanta fratelli.

57  Iddio fece ancora ritornare in sul capo degli uomini di Sichem tutto il male che aveano commesso; e avvenne loro la maledizione di Giotam, figliuolo di Ierubbaal3.


Tola e Iair giudicano Israele.

10  ORA, dopo Abimelec, surse, per liberare Israele, Tola, figliuolo di Pua, figliuolo di Dodo uomo d’Issacar, il quale dimorava in Samir, nel monte di Efraim.

2  Ed egli giudicò Israele ventitrè anni; poi morì, e fu seppellito in Samir.

3  E, dopo lui, surse Iair, Galaadita, il quale giudicò Israele ventidue anni.

4  Ed esso ebbe trenta figliuoli, i quali cavalcavano trent’asinelli, e aveano trenta città, che si chiamano fino ad oggi le Villate di Iair, le quali sono nel paese di Galaad.

5  Poi Iair morì, e fu seppellito in Camon.

Israele, asservito ai Filistei ed agli Ammoniti, si pente e Dio gli perdona.

6  E I figliuoli d’Israele continuarono a far ciò che dispiace al Signore4, e servirono a’ Baali, e ad Astarot, e agli iddii di Siria, e agl’iddii di Sidon, e agl’iddii di Moab, e agl’iddii de’ figliuoli di Ammon, e agl’iddii de’ Filistei; e abbandonarono il Signore, e non gli servivano più.

7  Laonde l’ira del Signore si accese contro ad Israele; ed egli lo vendè nelle mani de’ Filistei, e nelle mani dei figliuoli di Ammon.

8  E in quell’anno, ch’era il diciottesimo, quelli afflissero ed oppressarono i figliuoli d’Israele, cioè tutti i figliuoli d’Israele ch’erano di là dal Giordano, nel paese degli Amorrei, ch’è in Galaad.

9  E i figliuoli di Ammon passarono il Giordano, per combattere eziandio contro a Giuda, e contro a Beniamino, e contro alla casa di Efraim; onde Israele fu grandemente distretto.

10  Allora i figliuoli d’Israele gridarono al Signore, dicendo: Noi abbiamo peccato contro a te; conciossiachè abbiamo abbandonato il nostro Dio, e abbiamo servito a’ Baali.

11  E il Signore disse a’ figliuoli d’Israele: Quando voi avete gridato a me, non vi ho io salvati dalle mani degli Egizi, e degli Amorrei, e de’ figliuoli di Ammon, e de’ Filistei,

12  E de’ Sidonii, e degli Amalechiti, e dei Maoniti, i quali vi oppressavano?

13  Ma voi mi avete abbandonato, ed avete servito ad altri dii; perciò, io non vi libererò più.

14  Andate, e gridate agl’iddii che avete scelti5; salvinvi essi al tempo della vostra angoscia.

15  Ma i figliuoli d’Israele dissero al Signore: Noi abbiamo peccato; facci tu tutto quello che ti piacerà; sol ti preghiamo che tu ci liberi oggi.

16  Allora tolsero gl’iddii degli stranieri del mezzo di loro, e servirono al Signore; ed egli si accorò l’animo per lo travaglio d’Israele6.

17  Or i figliuoli di Ammon si adunarono a grida, e si accamparono in Galaad. I figliuoli d’Israele si adunarono anch’essi, e si accamparono in Mispa.

  1. 2 Sam. 11. 21.
  2. Giob. 31. 3. Prov. 5. 22.
  3. ver. 20
  4. Giud. 2. 11, ecc. ; 3. 7; 4. 1; 6. 1; 13. 1.
  5. Ger. 2. 28.
  6. Sal. 106. 44, 45. Is. 63. 9.

221