Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/304

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Gli scriti di Salomone. 1 RE, 5. Sua alleanza con Hiram

23 Di dieci buoi grassi, e di venti buoi di pasco, e di cento montoni, oltre a’ cervi, e cavriuoli, e daini, e pollame di stia.

24  Perciocchè egli signoreggiava in tutto il paese di qua dal Fiume, da Tifsa fino in Gaza, sopra tutti i re ch’erano di qua dal Fiume; ed avea pace d’intorno a sè da ogni lato.

25  E Giuda ed Israele dimoravano in sicurtà1, ciascuno sotto alla sua vite, e sotto al suo fico, da Dan fino in Beerseba, tutto il tempo di Salomone.

26  Salomone avea ancora quarantamila luoghi da cavalli per li suoi carri, e per dodicimila cavalieri2.

27  E que’ commissari, un mese dell’anno per uno, provvedevano di vittuaglia il re Salomone, e tutti quelli che si accostavano alla sua tavola; non lasciavano mancar cosa alcuna.

28  Facevano eziandio venir l’orzo e la paglia, per i cavalli e per i muli, nel luogo dove erano; ciascuno secondo la sua commissione.

Gli scritti di Salomone

29  E IDDIO diede sapienza a Salomone, e grandissimo senno, ed un animo capace di tante cose, quant’è la rena ch’è in sul lito del mare.

30  E la sapienza di Salomone fu maggiore che la sapienza di tutti gli Orientali, e che tutta la sapienza degli Egizi;

31  talchè egli era più savio che alcun altro uomo3; più ch’Etan Ezrahita, e che Heman4, e che Calcol e che Darda, figliuoli di Mahol; e la sua fama andò per tutte le nazioni d’ogn’intorno.

32  Ed egli pronunziò tremila sentenze; ed i suoi cantici furono in numero di mille e cinque5.

33  Parlò eziandio degli alberi, dal cedro ch’è nel Libano, fino all’isopo che nasce nella parete; parlò anche delle bestie, e degli uccelli, e de’ rettili, e de’ pesci.

34  E da tutti i popoli, da parte di tutti i re della terra, che aveano udito parlare della sapienza di Salomone, si veniva per udire la sua sapienza6.

Salomone da alleanza con Hiram, re di Tiro, e prepara la costruzione del Tempio.

5  OR Hiram, re di Tiro, avendo udito che Salomone era stato unto re, in luogo di suo padre, gli mandò i suoi servitori; perciocchè Hiram era sempre stato amico di Davide7.

2  E Salomone mandò a dire ad Hiram:

3  Tu sai che Davide, mio padre, non ha potuto edificare una Casa al Nome del Signore Iddio suo, per le guerre8, con le quali i suoi nemici lo tennero intorniato,
finchè il Signore li ebbe posti sotto la pianta de’ suoi piedi.

4  Ma ora il Signore Iddio mio mi ha dato riposo d’ogn’intorno; io non ho avversario alcuno, nè sinistro accidente.


5  Perciò, ecco, io delibero di edificare una casa al Nome del Signore Iddio mio9, siccome il Signore ne avea parlato a Davide, mio padre, dicendo: Il tuo figliuolo, il quale io metterò sopra il tuo trono, in luogo tuo, sarà quello che edificherà una Casa al mio Nome10.

6  Ora dunque comanda che mi si taglino de’ cedri del Libano; e i miei servitori saranno co’ tuoi servitori; ed io ti darò il pagamento de’ tuoi servitori, secondo tutto ciò che tu dirai; perciocchè tu sai che fra noi non vi è alcuno che sappia tagliare il legname, come i Sidonii.

7  E quando Hiram ebbe udite le parole di Salomone, egli si rallegrò grandemente, e disse: Benedetto sia oggi il Signore, che ha dato a Davide un figliuolo savio, per successore sopra cotesto gran popolo.

8  Ed Hiram mandò a dire a Salomone: Io ho inteso ciò che tu mi hai mandato; io farò tutto ciò che tu desideri intorno al legname di cedro, ed al legname di abete.

9  I miei servitori lo condurranno dal Libano infino al mare; ed io lo farò metter per foderi nel mare, fino al luogo che tu mi manderai, e quivi il farò sciogliere, e tu li piglierai; e dal canto tuo tu mi contenterai con darmi della vittuaglia per la mia casa.

10  Hiram adunque dava a Salomone del legname di cedro, e del legname di abete, ad ogni sua volontà.

11  E Salomone dava ad Hiram ventimila cori di grano, per lo mangiare di casa sua, e venti cori d’olio vergine; tanto ne dava Salomone ad Hiram ogni anno.

12  Il Signore adunque avendo data sapienza a Salomone, come gliene avea parlato; ed essendovi pace fra Hiram e Salomone, e avendo amendue fatta lega insieme;

13  il re Salomone levò gente da tutto Israele; e la levata fu di trentamila uomini.

14  Ed egli ne mandava nel Libano diecimila per mese, a muta; un mese erano nel Libano, e due mesi in casa; e Adoniram era sopra quella levata.

15  Oltre a ciò, Salomone avea settantamila uomini da portar pesi; ed ottantamila che tagliavano pietre nel monte;

16  oltre a’ capi, e i commissari di Salomone, i quali erano sopra l’opera, in numero di tremila trecento, che, comandavano al popolo che lavorava all’opera.

17  E per comandamento del re, si addussero pietre grandi, pietre fine, per fondar la Casa, e pietre pulite.


  1. 1 Cron. 22. 9 Ger. 23. 6
  2. Deut. 17. 16
  3. 1 Re. 3. 12
  4. 1 Cron. 15. 19 Sal. 88. 1 e Sal. 89. 1
  5. Prov. 1. 1 Eccles. 12. 11 Cant. 1. 1
  6. 1 Re. 10. 1, ecc.
  7. 2 Sam. 5. 11
  8. 1 Cron. 22. 8; 28.3
  9. 2 Cron. 2. 1, ecc.
  10. 2 Sam. 7. 12, ecc.

296