Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/377

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


di Hebron, Ieria era il primo, Amaria il secondo, Iahaziel il terzo, Iecamam il quarto.

24  De’ figliuoli di Uzziel fu capo Mica; de’ figliuoli di Mica, Samir.

25  Il fratello di Mica fu Isia; de’ figliuoli d’Isia, Zaccaria fu il capo.

26  I figliuoli di Merari furono Mahali, e Musi; e de’ figliuoli di Iaazia, Beno fu il capo.

27  I figliuoli di Merari, per Iaazia, furono Beno, e Soham, e Zaccur, ed Ibri.

28  Di Mahali il capo fu Eleazaro, il quale non ebbe figliuoli.

29  Quant’è a Chis, il capo de’ suoi figliuoli fu Ierameel.

30  E de’ figliuoli di Musi furono i capi Mahali, ed Eder, e Ierimot. Questi furono i figliuoli de’ Leviti, secondo le lor case paterne.

31  E tirarono anch’essi le sorti, al pari de’ figliuoli d’Aaronne, lor fratelli, in presenza del re Davide, e di Sadoc, e d’Ahimelec, e de’ capi delle famiglie paterne de’ sacerdoti, e de’ Leviti; le principali delle case paterne essendo pareggiate ad altre più piccole de’ lor fratelli.

25  POI Davide ed i capi dell’esercito fecero, fra i figliuoli di Asaf, e di Heman, e di Iedutun, gli spartimenti del servigio di quelli che aveano da profetizzar con cetere, con salteri, e con cembali; e la lor descrizione fu fatta d’uomini abili all’opera del lor ministerio.

2  I figliuoli di Asaf furono Zaccur, e Iosef, e Netania, ed Asareela, figliuoli di Asaf, il qual profetizzava sotto il re.

3  I figliuoli di Iedutun furono Ghedalia, e Seri, ed Isaia, ed Hasabia, e Mattitia, e Simi, sei in tutto, con cetere, sotto la condotta di Iedutun, lor padre, che profetizzava in celebrare e lodare il Signore.

4  I figliuoli di Heman furono Bucchia, Mattania, Uzziel, Sebuel, e Ierimot, Hanania, Hanani, Eliata, Ghiddalti, Romamtiezer, Iosbecasa, Malloti, Hotir, e Mahaziot.

5  Tutti questi furono figliuoli di Heman, veggente del re, nelle parole di Dio, pertinenti ad innalzare il corno. E Iddio avea dati ad Heman quattordici figliuoli, e tre figliuole.

6  Tutti costoro, sotto la condotta dei lor padri, vacavano alla musica della Casa del Signore, con cembali, salteri, e cetere, per lo ministerio della Casa di Dio; ed Asaf, Iedutun, ed Heman, erano sotto la condotta del re.

7  E il numero loro, co’ lor fratelli, ammaestrati nella musica del Signore, era di dugentottantotto, tutti mastri cantori.

8  E si tirarono le sorti delle mute del servigio, i piccoli al par de’ grandi, i mastri al par de’ discepoli.

9  E la prima sorte scadde per Asaf, a Iosef; la seconda a Ghedalia, il quale, coi suoi fratelli, e figliuoli, faceva il numero di dodici;

10  la terza a Zaccur, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

11  la quarta ad Isri, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

12  la quinta a Netania, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

13  la sesta a Bucchia, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

14  la settima a Iesareela, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

15  l’ottava ad Isaia, il quale, coi suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

16  la nona a Mattania, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

17  la decima a Simi, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

18  l’undecima ad Azareel, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

19  la duodecima ad Hasabia, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

20  la tredecima a Subael, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

21  la quartadecima a Mattitia, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

22  la quintadecima a Ieremot, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

23  la sestadecima ad Hanania, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

24  la diciassettesima a Iosbecasa, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

25  la diciottesima ad Hanani, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

26  la diciannovesima a Malloti, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

27  la ventesima ad Eliata, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

28  la ventunesima ad Hotir, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

29  la ventiduesima a Ghiddalti, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;

30  la