Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/602

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
La pecora mutola. ISAIA, 54, 55. Gloria della Chiesa.

7 Egli è stato oppressato, ed anche afflitto, e pur non ha aperta la bocca1; è stato menato all’uccisione, come un agnello; ed è stato come una pecora mutola davanti a quelli che la tosano2, e non ha aperta la bocca.

8 Egli è stato assunto fuor di distretta, e di giudicio; e chi potrà narrar la sua età, dopo ch’egli sarà stato reciso dalla terra dei viventi; e che, per li misfatti del mio popolo, egli sarà stato carico di piaghe?

9 Or la sua sepoltura era stata ordinata co’ malfattori; ma egli è stato col ricco nella sua morte3, la quale egli ha sofferta, senza ch’egli avesse commessa alcuna violenza, e che vi fosse alcuna frode nella sua bocca4.

10 Ma il Signore l’ha voluto fiaccare, e l’ha addogliato. Dopo che l’anima sua si sarà posta per sacrificio per la colpa5, egli vedrà progenie, prolungherà i giorni6, e il beneplacito del Signore prospererà nella sua mano.

11 Egli vedrà il frutto della fatica dell’anima sua, e ne sarà saziato; il mio Servitor giusto ne giustificherà molti7 per la sua conoscenza, ed egli stesso si caricherà delle loro iniquità.

12 Perciò, io gli darò parte fra i grandi, ed egli partirà le spoglie co’ potenti8; perciocchè avrà esposta l’anima sua alla morte, e sarà stato annoverato co’ trasgressori9, ed avrà portato il peccato di molti, e sarà interceduto per i trasgressori10.

Accrescimento e gloria della Chiesa.

54 GIUBILA, o sterile, che non partorivi; fa’ risonar grida di allegrezza, e strilla, o tu, che non avevi dolori di parto; perciocchè i figliuoli della desolata saranno in maggior numero che quelli della maritata, ha detto il Signore11.

2 Allarga il luogo del tuo padiglione, e sieno tesi i teli de’ tuoi tabernacoli; non divietarlo: allunga le tue corde, e ferma i tuoi piuoli.

3 Perciocchè tu moltiplicherai, traboccando a destra ed a sinistra; e la tua progenie possederà le genti, e renderà abitate le città deserte.

4 Non temere, perciocchè, tu non sarai confusa; e non vergognarti, perciocchè tu non sarai adontata; anzi dimenticherai la vergogna della tua fanciullezza, e non ti ricorderai più del vituperio della tua vedovità.

5 Perciocchè il tuo marito è quel che ti ha fatta; il suo Nome è: Il Signor degli
eserciti; e il tuo Redentore è il Santo d’Israele, il quale sarà chiamato l’Iddio di tutta la terra12.

6 Perciocchè il Signore ti ha chiamata, come una donna abbandonata, e tribolata di spirito; e come una moglie sposata in giovanezza, che sia stata mandata via, ha detto il tuo Dio.

7 Io ti ho lasciata per un piccol momento, ma ti raccoglierò per grandi misericordie13.

8 Io ho nascosta la mia faccia da te per un momento, nello stante dell’indegnazione; ma ho avuta pietà di te per benignità eterna14, ha detto il Signore, tuo Redentore.

9 Perciocchè questo mi sarà come le acque di Noè; conciossiachè, come io giurai che le acque di Noè non passerebbero più sopra la terra15, così ho giurato che non mi adirerò più contro a te, e non ti sgriderò più.

10 Avvegnachè i monti si dipartissero dal luogo loro, e i colli si smovessero; pur non si dipartirà la mia benignità da te, e il patto della mia pace non sarà smosso; ha detto il Signore, che ha pietà di te16.

11 O afflitta, tempestata, sconsolata; ecco, io poserò le tue pietre sopra marmo fino, e ti fonderò sopra zaffiri.

12 E farò le tue finestre di rubini e le tue porte di pietre di carbonchi, e tutto il tuo recinto di pietre preziose.

13 E tutti i tuoi figliuoli saranno insegnati dal Signore17; e la pace de’ tuoi figliuoli sarà grande.

14 Tu sarai stabilita in giustizia, tu sarai lontana d’oppressione, sì che non la temerai; e di ruina, sì ch’ella non si accosterà a te.

15 Ecco, ben si faranno delle raunate, ma non da parte mia; chi si radunerà contro a te, venendoti addosso, caderà.

16 Ecco, io ho creato il fabbro che soffia il carbone nel fuoco, e che trae fuori lo strumento, per fare il suo lavoro; ed io ancora ho creato il guastatore, per distruggere.

17 Niun’arme fabbricata contro a te prospererà; e tu condannerai ogni lingua che si leverà contro a te in giudicio. Quest’è l’eredità de’ servitori del Signore, e la lor giustizia da parte mia, dice il Signore.

Tutti i popoli invitati a cercar la salute.

55 O VOI tutti che siete assetati, venite alle acque18; e voi che non avete alcuni danari, venite, comperate, e mangiate; venite, dico, comperate, senza danari, e senza prezzo, vino, e latte.

  1. Mat. 26. 63; 27. 12, 14. Mar. 14. 61; 15. 5. 1 Piet. 2. 23.
  2. Fat. 8. 32.
  3. Mat. 27. 5760.
  4. 1 Piet. 2. 22. 1 Giov. 3. 5.
  5. 2 Cor. 5. 21. 1 Piet. 2. 24.
  6. Rom. 6. 9.
  7. Rom. 5. 18, 19.
  8. Fil. 2. 9, ecc. Col. 2. 15.
  9. Mar. 15. 28. Luc. 22. 37.
  10. Rom. 8. 34. Eb. 7. 25; 9. 24. 1 Giov. 2. 1.
  11. Gal. 4. 27.
  12. Rom. 3. 29.
  13. 2 Cor. 4. 17.
  14. Is. 55. 3. Ger. 31. 3.
  15. Gen. 8. 21; 9. 11, ecc.
  16. Mat. 5. 18.
  17. Giov. 6. 45. 1 Cor. 2. 10.
  18. Giov. 4. 14; 7. 37.

594