Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/725

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

da Iavan; guerre DANIELE, 11. che seguiranno.

venuto a te? Or di presente io ritorner6 per guerreggiar col principe di Persia; poi usciro, ed ecco, il principe di lavan verr^. 21 Ma pure io ti dichiarerc^ cio ch’e stampato nella scrittura della verita; or non vi e niuno che si porti valorosamente nieco in queste cose, se non Micael, vostro principe. L’Impero Medo-persico sara distrutto dal re di lavan, il cui rerjno verra diviso in quattro. — Guerre fra i re del Mezzodl e quelli del Settentrione. 1 1 OEio.neH’annoprimodiDarioMedo, "*•■*■ sono stato presente per confortarlo, e per f ortificarlo ’*. 2 Ed ora, io ti dichiarero cose vere. Ecco, vi saranno ancora tre re in Persia; poi il quarto acquistera di gran ricchezze sopra tutti gli altri; e come egli si sara fortificato nelle sue ricchezze, egU fark muover tutti contro al regno di lavan. 3 Poi sorgerk un re possente, e valoroso; il quale posseder^ un grande imperio, e fara ch ch’egli vorra. 4 Ma tosto ch’egli sark sorto, il suo regno sara rotto, e sar^ diviso per li quattro venti del cielo, e non alia sua progenie; e quello non sard pari all’imperio ch’esso avra posseduto; perciocche il suo regno sara stirpato, e sard di altri, oltre a coloro. 5 E il re del Mezzodi si fortifichera, e un alfro de’ capitanid’esso; costui si fortificherk sopra qnefl’altro, e regnera, e il suo imperio sard grande; 6 E in capo d’alcuni anni, si congiugneranno insieme, e la figliuola del re del Mezzodi verra al re del Settentrione, per far loro accordi; ma ella non potra rattener la forza del braccio; e ne colui, n^ il suo braccio, non potra durare; e colei, insieme con quelli che l’avranno condotta, e il figliuolo di essa, e chi terra la parte sua, saranno dati a movie in que’ tempi. 7 Ma d’un rampollo delle radici di essa sorgera tino, vetlo stato di colui, il qual verrk con esercito, e verrk contro alle fortezze del re del Settentrione, e fara di gran fatti contro ad esse, e se ne impadronirk; 8 Ed an che menera in cattivita in Egitto i lor dii, co’ lor principi, e co’ lor preziosi arredi d’oro, e d’argento; ed egli durera per alquanti anni, senza tema del re del Settentrione. 9 E il re del Mezzodi verrk nel suo regno, e se ne ritorner^ al suo paese. 10 Poi i figliuoli di colui entreranno in guerra, e aduneranno una moltitudine di grandi eserciti; e V un (T essi verra di subito, e inonder^, e passen oltre; poi ritomerlk ancora, e dara battaglia, e perverrd fino alia fortezza del re del Mezzodi, 11 E il re del Mezzodi, inasprito, uscira fuori, e combattera con lui, doe, col re del Settentrione, il qual lever^ una gran moltitudine; ma quella moltitudine sara data in man del re del Mezzodi. 12 E dopo ch’egli avr^ disfatta quella moltitudine, il cuor suo s’innalzera; onde, bench^ abbia abbattute delle decine di migliaia, non pero sark fortiticato. 13 E il re del Settentrione levera di nuovo una moltitudine maggiore della primiera; e in capo di qualche tempo, ed anni, egli verra con grosso esercito, e con grande apparecchio. 14 E in que’ tempi molti si leveranno contro al re del Mezzodi; e degli uomini ladroni d’infra il tuo popolo si e’leveranno, per adempier la visione; e caderanno. 15 E il re del Settentrione verra, e fara degli argini, e prenderk le citta delle fortezze; e le braccia del Mezzodi, e la scelta del suo popolo non potranno durare, e non vi sard forza alcuna da resistere. 16 E colui che sark venuto contro ad esso fara ci6 che gli piacera; e non vi sard alcuno che ^li possa stare a f route; poi egli si fermera nel paese della bellezza, il quale sara consumato per man sua. 17 Poi egli imprenderk di venire con le forze di tutto il suo regno, offerendo condizioni d’accordo, onde egliverrka capo; e dara a quell’altro una figliuola per moglie, corrompendola; ma cUa non sara costante, e non terra per lui. 18 Poi egli volgera la faccia alle isole, e ne prendera molte; ma un capitano fara cessare il vituperio fattogli da colui; e, oltre a cio, render^ a lui stesso il suo vituperio. 19 Poi egli volgera la faccia alle fortezze del suo paese, e trabocchera, e caderk, e sani rotto, e non sark più trovato. 20 Poi sorgera nello stato di esso, con maesta reale, uno che mandera attorno esattori; ma fra alquanti di sara rotto, non in ira, n^ in guerra. 21 Appresso sorgera nel suo stato uno sprezzato, al qual non sara imposta la gloria reale; ma egli verra quetamente, e occupera il regno per lusinghe. 22 E le braccia del paese inondato saranno inondate da lui, e saranno rotte, come an che il capo del patto. 23 E dopo r accordo fatto con quell’altro, egli procedera con frode, e salira, e si fortificherh, con poca gente. 24 Egli entrera nel riposo, e ne’ luoghi grassi della provincia, e far^ cose, che i suoi padri, n^ i padri de’ suoi padri non avranno mai fatte; egii spargera alia sua gente preda, spoglie, e ricchezze; e fara " Dan. 5..31; 9. 1. 717