Pagina:La Sacra Bibbia (Diodati 1885).djvu/924

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Saluti ed esortazioni A' CORINTI, 1. I partiti in Corinto


PRIMA EPISTOLA DI S. PAOLO APOSTOLO

A' CORINTI.

Soprascritta, saluti e rendimento di grazie.

1  PAOLO, chiamato ad essere apostolo di Gesù Cristo1, per la volontà di Dio, e il fratello Sostene2;

2  alla chiesa di Dio, la quale è in Corinto, a’ santificati in Gesù Cristo, chiamati santi3; insieme con tutti coloro, i quali in qualunque luogo invocano il nome di Gesù Cristo, Signor di loro, e di noi;

3  Grazia, e pace a voi, da Dio, nostro Padre, e dal Signor Gesù Cristo.

4  Io del continuo rendo grazie di voi all’Iddio mio, per la grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù.

5  Perciocchè in lui siete stati arricchiti in ogni cosa, in ogni dono di parola, e in ogni conoscenza4;

6  Secondo che la testimonianza di Cristo è stata confermata fra voi.

7  Talchè non vi manca dono alcuno, aspettando la manifestazione del Signor nostro Gesù Cristo5;

8  Il quale eziandio vi confermerà infino al fine, acciocchè siate senza colpa nel giorno del nostro Signor Gesù Cristo6.

9  Fedele è Iddio, dal quale siete stati chiamati alla comunione del suo Figliuolo Gesù Cristo7, nostro Signore.

I partiti nella chiesa di Cristo.

10  Ora, fratelli, io vi esorto, per lo nome del nostro Signor Gesù Cristo, che abbiate tutti un medesimo parlare8, e che non vi sieno fra voi scismi; anzi che siate uniti insieme in una medesima mente, e in una medesima sentenza.

11  Perciocchè, fratelli miei, mi è stato di voi significato da que’ di casa Cloe, che vi son fra voi delle contenzioni.


  1. Rom. 1. 1, e rif.
  2. Fat. 18. 17.
  3. Rom. 1. 7. e rif. 2 Tim. 1. 9.
  4. 1 Cor. 12. 8. 2 Cor. 8. 7.
  5. Fil. 3. 20. Tit. 2. 13.
  6. 1 Tess. 3. 13; 5. 23.
  7. Giov. 15. 4. 1 Giov. 1. 3; 4.13.
  8. Rom. 12. 16, e rif.