Pagina:La Valle Seriana.djvu/59

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 59 —

COLZATE.


A sinistra, sempre di chi va a Clusone, a nord ed a piedi di un monte, trovasi il comune di Colzate, colle frazioni di Bondo e Barbata. Superficie Ett. 639, popolazione 658. Ufficio postale a Gazzaniga.

La maggior parte del territorio di questo comune, si estende in parte montuosa, colle frazioni di Bondo e Barbata. La piccola parte al piano, come la limitrofa Vertova, è coltivata razionalmente a cereali, la montana a pascoli e boschi. Le frazioni Bondo e Barbata, sono appunto poste sul dorso del monte Vertova fra prati e boschi.

Arte. — La chiesa parrocchiale è dedicata a S. Maurizio. Vi ha di notevole un oratorio, dedicato a S. Patrizio: è fiancheggiata da portici e trovasi fabbricata sopra uno scoglio eminente, che si eleva all’altezza di oltre 32 (trentadue) metri sul livello del Serio, ed è sostenuto nei fianchi del monte da eccelse e robustissime muraglie. In esso vi era un profondissimo pozzo che, secondo la tradizione, discendeva al livello delle acque del Serio, ed ora è otturato da materiali lasciativi cadere1. In questo oratorio vi sono alcuni affreschi di Carlo Ceresa: vi esisteva pure uno dei più bei dipinti del nostro Talpino, che ora si trova trasportato nella parrocchiale di Vertova.

Industria e commercio. — Agricoltura e pastorizia è l’occupazione della più parte degli abitanti. I vicini stabilimenti di Verteva e Casnigo, occupano la restante parte.

Scuole e beneficenza. — Classi obbligatorie, e L. P. Misericordia.


  1. Fra i valligiani, anche oggi per indicare una persona mai sazia nel mangiare, suolsi dire: «Costui è come il Pozzo di S. Patrizio.» Chi scrive ha sentito più d’una mamma dire ai figliuoli, che dimandavan di che mangiare... Eh diamine!... Sei come il pozzo di San Patrizio!!