Pagina:La capanna dello zio Tom, 1871.djvu/315

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 305 —

la capanna dello zio tom


tiasi spezzare il cuore. Dì e notte lamentavasi; per eccesso di dolore, era meno attenta, meno sollecita nelle sue cure intorno alla padrona; ciò che traeva sull’indifeso suo capo una continua tempesta di invettive. Enrico si curvava sorridendo verso la sua amabile cugina. Capo XXIII.

Miss Ofelia sentìa anch’essa quella perdita; ma, nell’onestà, nella rettitudine del suo cuore, il cordoglio producea frutti di vita eterna. La sua indole si era addolcita; e sebbene egualmente assidua nell’adempimento d’ogni suo dovere, sapea disimpegnarsene con aria serena, tranquilla, come


20