Pagina:La fisica dei corpuscoli.djvu/167

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Legge di Wiedmann e Franz 159

termica ed elettrica di un metallo è indipendente dalla natura del metallo, ed è proporzionale alla temperatura assoluta.

La prima parte di questa legge fu enunciata per la prima volta Wiedemann e Franz1 che la dedussero empiricamente nel 1853; la seconda parte si deve a L. Lorenz2 che la enunciò nel 1861. La legge però è conosciuta sotto il nome di legge di Wiedmann e Franz3.

Se ora si osserva che nei metalli la conducibilità elettrica è presso a poco inversamente proporzionale alla temperatura assoluta, almeno entro certi limiti, se ne deduce che la conducibilità termica è presso a poco indipendente da quella. La verifica sperimentale di questa conclusione è stata fatta da Lees4 e da Jaeger e Diesselhorst5, i quali ultimi hanno dimostrato sperimentalmente anche la legge di Wiedemann e Franz. I risultati confermano le deduzioni teoriche anche per ciò che riguarda il valore numerico del rapporto, salvo alcune eccezioni specialmente per le leghe, e l’influenza di alcuni elementi fisici6.

9. — Elettricità di contatto. — Quando in un conduttore i corpuscoli hanno preso una distribuzione di equilibrio nessuna corrente vi circola. Ma se sopravviene una causa che modifichi quella distribuzione, il moto dei corpu-

  1. G. Wiedemann e R. Franz, Pogg. Ann. 89, p. 497 (1853).
  2. L. Lorenz. Wied. Ann. 13 pag. 422 (1881).
  3. Cfr. anche H. A. Lorentz, The Theory of Electrons, cap. I, n. 49. Teubner (1909).
  4. Lees, Phil. Trans., t. 208, p. 381 (1908).
  5. Jaeger e Diesselhorst, Sitz. ber. Berlin p. 719 (1899) e Abh. d. Phys. Techn. Reichsanstalt. t. 3, p. 269 (1900).
  6. V. per es. S. LussanaInfluenza della pressione sulla conducibilità calorifica ed elettrica dei metalli e la legge di Wiedemann-Franz, N. C. v. XV p. 130-170 (1918).