Pagina:La guerra del vespro siciliano.djvu/339

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
[1285] del vespro siciliano. 323

del Rossiglione, l’esercito forza fu che s’arrestasse alle chiuse de’ Pirenei, sotto il colle di Paniças, donde valicar disegnava, per non discostarsi gran tratto dall’armata e dal mare. A tal intoppo la immensa moltitudine si disordinò: tutti doleansi; molti partiansi dall’oste; i quali a dileggio andavan prima a pie’ del colle con tre sassi, e scagliandoli, «Questo, diceano, per l’anima di mio padre, questo di mia madre, questo alla mia:» e preso un pugno di terra spagnuola, riponendoselo in tasca, «Questo, aggiugneano, guadagnerammi la perdonanza.» Donde il legato, impaziente e inesperto di guerra, tanto peggio sbuffava. Garrì una volta di poco animo i capitani francesi; al che re Filippo non potè starsi, che non rispondesse brusco: gran parlar militare ei facea; prendesse le sue schiere e salisse ei primo le chiuse. Un’altra ne toccò il legato da re Pietro, quando ingiuntogli per messaggio superbamente di sgombrare dalla terra della Chiesa e di Carlo re d’Aragona: «Poco, Pietro lor disse, poco questa terra costa e a chi donolla e a chi l’accettò: i miei maggiori la guadagnavano col sangue; chi la vuole, comprila adesso a tal prezzo1

Nè millantavasi il grande, il quale con maravigliosa costanza, audacia, e intendimento di guerra si resse tra cotanta rovina, ancorchè da tutti abbandonato, in pena della sua violenza troppa al comando; chè nè esercito avea per sè, nè flotta, nè danaro, nè zelo de’ popoli. Com’adunata seppe l’oste di Francia a Tolosa, ma non qual via terrebbe, fidando pur nell’indole de’ suoi, che a niun patto non avrebbero sofferto dominazione straniera, chiama all’armi

  1. D’Esclot, cap. 144 e 145. L’autor delle Geste de’ conti di Barcellona, loc. cit., narra anche delle pietre scagliate a voto contro gli Spagnuoli per guadagnar l’indulgenza. Ma non lo dice fatto a dileggio, nè dai soldati, ma dalle turbe inermi, anche di donne, che avean seguito l’esercito a questo solo fine. Trasporta il fatto all’assedio di Girona.