Pagina:La madre (1920).djvu/80

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 70 —

scendono come due lunghe goccie di sangue i pendenti di corallo. Coi gomiti sulle ginocchia e il viso pallido e fino fra le mani, Maria Paska non cessa di guardarlo, e finalmente gli sorride, senza muoversi: i denti bianchi, serrati, gli occhi lievemente crudeli, accentuano l’espressione felina del suo viso. D’un tratto però ella si lascia cader le mani sul grembo, solleva la testa e prende un’espressione grave e triste. Un uomo grosso, con la berretta tirata da un lato perchè gli nasconda il viso, s’avanza cauto nel vicolo, lungo il muro verso il quale si volge.

Maria Paska s’alza subito e rientra in casa: l’uomo entra dopo di lei e chiude la porta.





Paulo non dimenticò mai il turbamento terribile che lo aveva assalito mentre continuava a passeggiare nell’orticello delle donne pensando a quei due chiusi nella