Pagina:La morte di Florigella.djvu/1

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

40

Fileno, Elpino


Fil.
Poi che lasciai me stesso

Dentro un candido seno,
Abbandonando l’Arno
Irrigator de le feconde rive
5Del Tosco industre, e forte,
Qual mi sia stato, e quale
Hor io mi viva Elpino,
Leggilo per pietade in questo aspetto,
In cui mostra il dolore,
10In cui spiega la sorte
Con gelato pallore
L’insegne de la morte.

Elp.
L’angoscia ove deriva

Quel duol, che l’alma opprime, e che ti face
15Incenerito il viso,
Languido il seno, e non ben fermo il passo,
Fileno, è il crudo Amore.
Quel d’Alma traviata