Pagina:La regina delle tenebre.djvu/139

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 133 —


Solo allora Giame si sentì liberato dall’incubo; ma gli parve d’uscire da una grave malattia, e s’abbandonò sull’erba, immergendosi, riposandosi nel sogno della luna, con l’infinita dolcezza d’un convalescente.