Pagina:La riforma dell'Alcorano.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

17


Non più vi porterete in pellegrinaggio alla Mecca per titolo di devozione, sibbene per curiosità ad osservare il Corpo di un infelice Profeta, il quale insieme col suo Consigliere il fanatico Monaco Sergio, e co’ suoi tre Dottori, ed amici Omar, Osman, ed Ebbubeken è stato cacciato dalla celeste Magione, e ridotto ora a servire in qualità di Paggio nell’Inferno al suo nemico Alì, ove vi dimorerà fino all’anno Augusto, e Rispettabile, ed allora potrà uscire a vedere con indicibile rammarico l’esterminio totale della sua Setta, e pieno di dispetto, e di rabbia si getterà da se stesso nelle fiamme eterne, per esservi il trastullo de’ dimoranti negli Abissi. Intendetelo dunque, che cosi si legge con caratteri verdi nel Narsip, disingannatevi