Pagina:La riforma dell'Alcorano.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
18

per tanto; ma perchè non cosi facilmente disingannerete il Popolo goffo, e balordo che tardi ravvisa il vero, lo metterete a poco a poco in diffidenza del malvaggio Profeta, scuoprendo la sua raffinata ipocrisia col fargli sapere, che l’Alcorano non gli è stato rivelato, nè consegnato da Dio, abbenchè egli si vanti di averlo ricevuto dall’Arcangelo Gabbrielle; egli è un complesso di contraddizioni prese già dagli Ebrei come la Poligamia, il Ripudio, l’Orrore alla carne porcina, la Circoncisione, e le frequenti Purificazioni; già dagli Ariani, che il Verbo Divino non è Figlio di Dio, nè consustanziale al Padre; già dai Nestoriani, che Cristo nacque da una Vergine, ma che non è Dio, ma puro uomo; già da’ Manichei, che Cristo non pa-