Pagina:La signora dalle camelie.djvu/50

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 46 —


Armando. No, Margherita.

Margherita. Rammentatevi bene chi io sono e quella che sono.

Armando. Voi siete un angelo, ed io vi amo.

Nanetta. Signora, un’altra lettera.

Margherita. Da parte di chi?

Nanetta. Del signor conte di Gray.

Margherita. Che chiede egli?

Nanetta. Una risposta.

Margherita. (stracciando la lettera e stringendo la mano ad Armando) Ditegli che ora non ho più bisogno di nulla.

Armando. Ah! (s’inginocchia e le bacia la mano; Margherita lo guarda sorridendo. Nanetta esce dal fondo e cala la tela).



fine dell’atto secondo