Pagina:La vite, l'acquavite e la vita dell'operaio.djvu/23

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

e la vita dell’operaio. 23


e fu due secoli dopo, cioè nel secolo XIII, che un celebre medico francese, Arnaldo da Villanova, un armeggione che area fino profetato la fine del mondo per l’anno 1335, lo mise in gran voga, come un medicamento miracoloso, buono fino a ringiovanire e prolungare la vita; e lo chiamò enfaticamente, con due parole latine, aqua vitae, cioè acqua di vita. (I Francesi sono famosi per gettar là de’ paroloni, che poi fanno il giro dei mondo, rimanendo disgraziatamente allo stato di paroloni, o facendo a rovescio di quel che la parola significherebbe). Fatto sta che la famosa acquavite è divenuta oggi acqua-di-morte. Balzac, un altro francese, ma d’altra tempra che Arnaldo da Villanova, uno scrittore che dipinge con la penna, ha detto benissimo: — Voi vi spaventate del cholera: ma l’acquavite è ben altro flagello.

22. Prima di passare a dirvi la strage che fa dell’umana famiglia questo flagello, contentatevi che io brevemente vi dimostri le forze che e’ mette in campo in Europa e in America. Voi non sapete il