Pagina:La vite, l'acquavite e la vita dell'operaio.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24 la vite, l'acquavite


nemico tremendo che ha di fronte oggi la società nostra. Prendiamo i paesi che l’acquavite tiene più soggetti alla sua tirannia.

23. L’Italia, fortunatamente, in questa rassegna ha da arrossire meno di tutte le altre nazioni civili, non mica per virtù d’animo maggiore che noi abbiamo, ma in grazia di questo clima che ci riscalda. Difatti noi non abbiamo bisogno, come gli abitanti del settentrione, di far tanto fuoco dentro il nostro corpo, per riparare al freddo esterno: noi, tanto meno faticatori di que’popoli lassù, abbiamo meno bisogno di eccitare i nervi e i muscoli co’ bicchierini: sicché la sobrietà per noi è una virtù che ci costa poco e nulla: non ce ne tenghiamo! A chi costa davvero è agli Inglesi, a’ Tedeschi, agli Svedesi, agli Americani del Nord: ma appunto perchè costa molto, pochi l’hanno. State a sentire cifre che vi faranno raccapricciare.

24. L’Inghilterra si mette in corpo, anno per anno solamente, da 180 milioni di franchi in liquori: Londra sola per 75 milioni, Manchester per 25, e Glascovia