Pagina:Landi - Vita di Esopo, 1805.djvu/224

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
210 D I   E S O P O

ed esso lo pregò, che lo lasciasse andare perch’egli era poco pasto per lui. Lo Sparviero rispose: Io sarei ben pazzo, se avendo il cibo in mano, benchè picciolo, lo lasciassi con speranza di maggiore.

Sentenza della favola.

La favola significa, che quelli, che lasciano quel, che hanno in mano con speranza di guadagnar più, sono pazzi, e fuor di ragione.


Di una Volpe senza coda. 195.


Avendo la Volpe perduta la coda a un laccio, disperata si voleva ammazzare da se medesima, da poi pensò con inganno far che le altre Volpi, si tagliassero la coda, e le chiamò tutte, e le persuase, che se la mozzassero, perchè non solo era vergogna d’averla così lunga: ma era anche dannosa ne’ pericoli.

Sentenza della favola.

Questa favola accenna quelli, che sotto colore di carità consigliano ad altri il proprio commodo.