Pagina:Latini - Il Tesoro, 1, 1878.djvu/82

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
10

rene1. La seconda e la terza fu di sapere delle umane cose; onde2 la prima si è di sapere che cose l’uomo dee fare, e che no. La3 seconda e la terza è di sapere ragione, e provare perchè l’uomo dee l’una fare e l’altra no.

E poi che queste tre questioni furo trattate e pensate lungamente4 tra gli uomini letterati5 e in tra filosofi, trovarono6 in filosofia loro madre tre principali membri, cioè a dire tre maniere di scienze

  1. Il t savoir la nature de toutes choses celestials et terriennes. Aggiunto: la natura di tutte, col ms. Vis.
  2. Onde la prima ecc. Questo onde si riferisce alle umane cose. È come dicesse: Delle quali tornane cose, la prima scienza si è dì sapere, che cosa l’uomo dee fare etc.
  3. Corretto col t. L’errata lezione era: Onde la prima e la seconda si è di sapere che cose l’uomo dee fare, e che no. E la terza è di sapere ecc. Il Carrer aveva desiderato anche a questo luogo il testo originale francese per correggere con autentica e non ipotetica lezione il manifesto errore di tutte le stampe. Si noti bene, che la divisione del Tesoro, non è eguale alla divisione e suddivisione della filosofia. Ciò intralcia il periodo. Esposi perciò in due tabelle, la divisione del Tesoro, e della filosofia secondo Brunetto. (V. Illustrazioni).
  4. Il t longuement. Il ms. Vis. lungamente: la stampa largamente. Corretto lungamente.
  5. Il t Clers, chierici, per letterati, come allora si diceva. Letterato significava molto meno di quello significa adesso. Il ms. Vis. savi.
  6. Corretto le stampe trovavano in trovarono col t troverent, e col ms. Far. Il ms. Vis. trovo’no.