Pagina:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu/176

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
GRAZIUOLO DE’ BAMBAGIUOLI



XXI

Che la verità non è nel pulito parlare, ma nell’operazione virtuosa.


     Non basta il bel parlar nè fa perfetto,
Ma il virtuoso effetto
Dell’opra bella rende l’uom felice.
Quell’è vera radice,
5Per lo cui frutto si conosce il bene
E quanto di valore ciascun tene.



XXII

Dell’operazione che si conviene all’uomo liberale.


     Quant’è maggior l'onor lo stato e ’l bene.
Tanto de’ crescer più la caritade
In quelli a cui addiviene,
E mostrar opra di gentil valore.
5E questo è quel bel fiore,
Lo qual produce vera nobiltade.



XXIII

Che la virtù fa l’uom gentile e nobile.


     L’uom che di luogo vii è discendente
E in gran signor per sua virtude monta
Avanza quel che smonta,
Solo per sua viltà, d’alto parente.
5Che tanto è grave l’onta
E anco maggior è ’l caso di costui,
Quanto per specchio o per esempio altrui
Ave a via sicura
E gentile natura;
10La qual, con duro affan, per suo valore,
L’altro convien trovar, se vuol onore.



- l70 -