Pagina:Le antichita Romane (Piranesi)-1.pdf/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


182. Altro avanzo de’ cunei laterali del mentovato Circo.

183. Avanzo di muro antico fra le vigne Cavalletti, e Coridori, fabbricato per sostener la strada interposta al Circo e alle falde dell’Aventino.

184. Avanzi, o sia termine, nella vigna Cavalletti, degli Archi che tramandavano porzione dell’Aqua Claudia sull’Aventino, derivata dal suo condotto medianti gli Archi Neroniani, come si legge nel summentovato Commentario Frontiniano, e come riferisco nella nota 21 della spiegazione della Tavola degli Aquedotti, nella quale si vede dilineato l’antico andamento di questi Archi ai num. 33, 34, 35, 36, e 37. Gli stessi avanzi, e insieme colle reliquie del Castello della dett’ Acqua (dietro al quale restano anco gli avanzi de’ Bagni privati di Trajano) si dimostrano nella suddetta Tavola XXIII alla fig. II colle lett. A, B, e C.

185. Avanzi de muri del grande Atrio della Libertà, ornati di nicchie. Questi rimangono nella vigna incontro la Chiesa di S. Prisca.

186. Avanzi delle Terme di Decio nella medesima vigna.

187. Altri avanzi delle stesse Terme nelle vigne confinanti colla medesima.

188. Avanzi di uno de’ Bagni venali consistente in quattro stanze. Questi restano nella vigna Maccarani sul confine della predetta Vigna.

189. Avanzi in essa vigna Maccarani di sostruzioni corroborate da barbacani, le quali agevolavano da questa parte la salita o sia clivo dell’Aventino.

190. Avanzi di altre sostruzioni alle falde del medesimo monte, le quali erano investite di tufi, e sostenevano uno de’ Templi di Ercole. Questi rimangono accanto all’ avanzo di un bastione moderno nella vigna Colonna, la quale è incontro alla predetta Maccarani.

191. Avanzi di muri che dai moderni si pretendono essere appartenenti al Tempio di Diana, ma sendo stati da me esaminati gli ho riconosciuti per opera de’ tempi bassi. In mezzo di questi rimane la Chiesa di S. Sàbba.

192. Avanzi nella vigna Cerniti del Mutatorio di Cesare delineato nel frammento 46 dell’Icnografia antica riportato attorno alla presente Topografia generale, descritto nel rispettivo Indice allo stesso numero.

193. Avanzo del Tempio della Buana Dea Subsaxana, nella vigna Boccapaduli, incontro l’alberto, oltre il Circo Massimo.

194. Piccioli avanzi di un’altro de’Bagni venali, alle falde dell’Aventino nell’orto detto del Carciofolo.

195. Avanzi di muro fabbricato da Caracalla con barbacani architettati e nicchioni per sostegno delle falde dell’Aventino, alle quali erano sottoposte le Terme dello stesso Imperadore. Questi si vedono nella vigna del Reverendissimo Capitolo di S. Pietro in Vaticano, detta del Lanajo.

196. Avanzi de’muri della Piscina attenente alle stesse Terme, e situata al primo piano di esse, come si dimostra nella Tavola LX di questo Tomo. Questi avanzi restano nel predetto orto del Carciofolo.

197. Avanzi nello stess’ orlo di una tribuna la quale facea testa ai Portici di Alessandro Severo.

198. Terme predette di Antonino Caracalla, la pianta delle quali si dimostra supplita nella detta Tavola LX di questo Tomo, colla loro individua spiegazione. I loro avanzi oltreché si veggono nella detta vigna del Lanajo, sono anche in quella del Collegio Romano, e in altre vigne circonvicine.

199. Linee di punti indicanti il primo piano delle stesse Terme, parte inoggi interrato nelle rovine. Si entra nel detto piano perla vigna del Lanajo, ed anche per l’altra del Collegio Romano. I rispettivi possidenti vanno tuttora riempiendo di terra questo piano per mezzo degli abbaini, affine di pareggiare il terreno de’ loro predj, e perciò pochi ora sono gli abbaini i quali rimangono scoperti, avendone io veduti di molti negli anni scorsi.

200. Avanzi, nella vigna Cornovaglia, di fabbriche intorno alle due grandi circonferenze de’ muri fatti da Nerone per investire le falde del Monte Celio sulle quali si estendeva il di lui Ninfeo.