Pagina:Le avventure d'Alice nel paese della meraviglie.djvu/82

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
66 consigli

“Non l’avete recitata bene,” disse il Bruco.

“Temo di no,” rispose timidamente Alice, “certo alcune parole sono scambiate.”

“Male dal principio alla fine,” disse il Bruco con accento risoluto, e successe un silenzio per qualche minuto.

Il Bruco fu il primo a parlare.

“Di che statura vorreste essere?” domandò.

“Oh non vado tanto pel sottile in quanto alla statura,” rispose in fretta Alice; “soltanto non mi piace di mutar tanto spesso, sa.”

“Non so niente,” disse il Bruco.

Alice non fiatò: giammai la poverina era stata tante volte contraddetta, e stava lì lì per scoppiare.

“Siete contenta ora?” domandò il Bruco.

“Nò, davvero, vorrei essere un pocolino più grande, se non le dispiacesse,” rispose Alice: “si figuri, ho una ben meschina statura, appena tre pollici!”

“L’è una buona statura, cotesta!” disse il Bruco con voce dispettosa, rizzandosi come un