Pagina:Le avventure d'Alice nel paese della meraviglie.djvu/88

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
72 consigli


Alice, la quale era una bambina assai veridica; “sai pure che le ragazzine mangiano quanto i serpenti!”

“Non ci credo,” disse il Colombo; “ma se pure è così, esse sono una razza di serpenti, ecco quello che potrei dire.”

Questa idea era così nuova per Alice, che restò muta qualche minuto; il Colombo ne profittò per soggiungere, “Tu vai occhiando le uova, lo comprendo; oh che importa a me che tu sia una fanciulla o un serpente?”

“Ma importa moltissimo a me,” rispose subito Alice; “pure ora non vado cercando uova; e quando anche ne cercassi non vorrei delle tue; crude non mi piacciono.”

“Via dunque da me!” disse brontolando il Colombo, e si accovacciò nel nido. Alice s’appiattò il meglio che potea fra gli alberi, perchè il suo collo s’intralciava fra i rami, e spesso dovea fermarsi per sbrogliarsene. Dopo qualche istante si rammentò che avea tuttavia nelle mani i due pezzettini di fungo, e si mise all’opera con molta