Pagina:Le avventure d'Alice nel paese della meraviglie.djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
80 porco e pepe.


presso il focolare e ghignando con la bocca, da un orecchio all’altro.

“Mi dica, di grazia,” domandò Alice, un po’ timidamente, perchè non era certa se fosse buona creanza di cominciare a parlare, “perchè il suo gatto ghigna così?”

“È un Ghignagatto,” rispose la Duchessa, “ecco il perchè. Porco!”

Ella pronunziò l’ultima parola con una tale furia che Alice trasalì; ma subito s’accorse che quel titolo era dato al bambino e non già a lei, così si rianimò, e continuò a dire: —

“Non sapea che i gatti ghignassero a quel modo: anzi non sapea neppure che i gatti potessero ghignare.”

“Tutti lo possono,” rispose la Duchessa; “e la maggior parte ghignano.”

“Non ne conosco alcuno che faccia il ghigno,” replicò Alice con molto rispetto, e contenta ch’era entrata in conversazione.

“Voi non sapete molto,” disse la Duchessa; “e questo è quanto!”